Successo per Umbria jazz spring a Terni

"Chiaro successo" da un punto di vista musicale per la prima edizione di Umbria Jazz Spring a Terni. Per gli organizzatori si è così consolidato l'impegno comune della Fondazione Umbria Jazz e dei soggetti promotori ternani. Registrato un risultato "incoraggiante" di pubblico, ritenuto "non ancora sufficiente, ma che può e deve essere ulteriormente migliorato, soprattutto in termini di spettatori paganti". Uj spring ha proposto le produzioni originali "Two Island", una sinergia tra Umbria jazz e gli Amici della musica di Perugia, con Paolo Fresu, Giovanni Sollima e l'Orchestra da Camera di Perugia e "The Beatles Project", affidato a Gil Goldstein, storico braccio destro di Gil Evans. Il Festival ha ospitato, inoltre, musicisti come il duo Barron-Moroni, Fabrizio Bosso, Wilson-Nash, Fresu con il Devil Quartet e il duo con Daniele Di Bonaventura, Maria Pia De Vito. E ancora, musica brasiliana con Yamandu Costa e Guto Wirtti, Claudio De Rosa jr., Huntertones, Cory Henry & The Funk Apostels.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Corriere di Rieti
  2. Corriere di Rieti
  3. Corriere di Rieti
  4. Il Messaggero
  5. Corriere di Rieti

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Monte San Giovanni in Sabina

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...